13 marzo 2011

Fontane, giostre, maschere e bagni sudici

Ma voi avete delle paure, per così dire, ataviche?
Paure che dacchè avete memoria sono sempre esistite in voi?
Per esempio un oggetto che da piccoli vi spaventava e che oggi da adulti ancora non vi lascia del tutto indifferenti?

Io sì.


Le fontane.
Sì, le fontane, avete capito bene.
Più sono vecchie, grosse, scure, arrugginite, malandate, piene di muffa e con l'acqua putrida e più mi terrorizzano!
Questa fontana qui, per esempio, la conosco bene e non sono mai riuscita ad avvicinarmici.



Le giostre.
E anche qui più sono grosse, più luci hanno, più la musica è a palla e più mi mettono a disagio!
Ricordo che da piccola i miei genitori mi misero seduta in una di quelle giostre per i bimbi piccoli, con i puffi, i cavallini, che tu ti ci siedi dentro e quella non fa altro che girare in tondo. Appena la giostra partì io iniziai a strillare e a tendere le braccia verso mamma e papà che mi guardavano increduli! Loro mi sorridevano, cercavano di farmi capire che era una cosa bella ma io non desideravo altro che scendere da quella mostruosità e mi chiedevo perchè di punto in bianco mamma e papà, che fino ad allora mi erano sembrate persone così a modo mi avessero fatto una cattiveria del genere! Alla fine non ci fu verso, strillavo così disperata che mio padre dovette salire sulla giostra in movimento per recuperarmi!




Le maschere.
Non importa quanto siano belle, ricercate e costose a me fanno PAURA!

Ne deducete quindi di quanto io poco mi sia divertita martedì scorso durante la sfilata di carnevale a cui ho dovuto assistere! E sì,carnevale non è di certo la mia festa preferita! Anche perchè se proprio vogliamo dirla tutta a questa festa associo solo brutti ricordi:

Non ho mai avuto un vestito tutto mio e quando c'era la festicciola a scuola ho sempre dovuto scegliere tra i costumi dei figli di un amica di mamma! E le alternative erano due : cielo, ossia una tutina azzurra con le stelle bianche e fungo! Il costume da fungo ho subito capito che sarebbe stato una grande fregatura e quindi non l'ho mai voluto neanche vedere!

Una sera mentre passeggiavo con la mia amichetta Pola, fummo prese in ostaggio da quattro bambini balordi che ci accerchiarono e mentre uno ci spruzzava stelle gommose e filanti quello vestito da belzebù mi punzecchiava continuamente il sedere col forcone! E non erano intenzionati a smettere, solo che ad un certo punto uno dei quattro mi guardò negli occhi e da perfetto capo mafioso ordinò ai suoi compari : "Fermi, lasciamole stare..lei la conosco". Non ho mai capito chi fosse quel bambino, aveva la maschera ed io non lo riconobbi!

La festa all'oratorio: c'erano pirati, fatine (solo Dio sa quanto avrei desiderato un vestitino da fatina), biancaneve e cenerentole ed io in un angolo in borghese (credo fossi l'unica)a pregare che quello strazio finisse!

Detto ciò credo che se un giorno dovessi optare per il suicidio mi basterebbe andare a Venezia il giorno di carnevale.






I bagni vecchi e/o sporchi.

Più sono in pessime condizioni sia estetiche che igeniche e più mi mandano ai pazzi!
Davanti ad un bagno così per esempio non saprei davvero come placare il mio sconforto.




Ora, detto tra noi, io queste paure non me le so proprio spiegare, non ne capisco ne l'origine ne il significato e non pretendo di certo spiegazioni da voi, ma almeno, vi prego, ditemi che non sono l'unica!!

Non sono l'unica, verooo?!!!

Nessun commento: