22 novembre 2009

QUESTA POI...

Ho sognato di dividere la casa con un pò di altra gioventù; Eravamo seduti ad un tavolo e parlavamo del vuoto lasciato da un nostro vecchio coinquilino e amico! Tutti quanti ne sentivamo la mancanza, ci eravamo tanto affezionati a lui, e lui a noi, ci  avevamo condiviso vita, morte e miracoli per tre lunghi anni e poi dall'oggi al domani se ne è andato, sparito così nel nulla senza lasciare traccia.

Va beh, mi alzo e vado in bagno a far pipì;  mentre sono seduta sulla tazza penso: però eravamo così legati, non ci credo che lui di colpo ci abbia abbandonati così! Possibile che in tutto questo tempo non si sia interessato alle nostre vite?  E' in quel preciso istante che arriva l'intuizione geniale : secondo me ci ha sempre tenuti sott'occhio spiandoci dalla persiana. Non resta che verificare la mia validissima teoria...si, ma come? Idea : farò una specie di richiamo, dirò qualcosa a cui lui non potrà resistere, qualcosa a cui quasi per un'istinto primordiale risponderà certamente,svelandosi.

La prima parola che lo incastrerà  è "FONDOTINTA" e infatti mi sento rispondere "FOUNDATION", continuo con "CIPRIA" e quello da là dietro mi controbbatte con un "POWDER" , incalzo ancora con "SMALTO" e lui "NAIL POLISH"..non ci sono più dubbi, mi sento il cuore pieno di gioia...avevo ragione! Chiamo gli altri, apro la persiana e lui è li un pò imbarazzato : il nostro carissimo amico.

Entriamo in casa tutti festanti! Dopo un pò decido di andare a fare una doccia (doccia che non so come si trova nell'angolo di un balcone di casa mia, tra il basilico e la salvia, e a me sembra la cosa più normale del mondo), gli altri intanto decidondo di uscire...Io resterò a casa con il ritrovato Richie Nickel che appena sente la parola doccia , tira fuori un campioncino di bagnoschiuma preso da Duglas dicendomi :"Prova questo, è profumatissimo".

A questo punto scatta il solito melodramma. Io sono sola a casa con Richie e comincio ad avvertire una sensazione strana...di paura! Lascio perdere la doccia e rientro in casa (perchè voglio ricordarvi che ero sul balcone a far scorrere l'acqua nella doccia). Mi avvicino alla porta di ingresso faccio per aprirla ma noto con un certo terrore che è chiusa, come pure tutte le finestre della casa...Richie assume uno sguardo cattivo e dichiara : "Si, sono io il serial killer che stanno da tempo cercando!"...e tira fuori l'arma con cui ha ucciso tutte le sue vittime (una specie di arco con le frecce, però l'arco aveva le piume, come ali...mah...)

Fortunatamente rientrano due amici, tiro un sospiro di sollievo, ma quelli non si accorgono di nulla e Richie fa finta di niente minacciandomi con lo sguardo di non parlare!! Io approfitto della situazione per andare in una stanza in cui sono sicura di non trovare le finestre bloccate, e infatti così è.
Il balordo però se ne accorge e mi urla di non buttarmi giù, io però impavida come al solito (cacasotto impulsiva in realtà) mi butto giù e meglio dell'uomo ragno, riesco ad aggrapparmi alla ringhiera del balcone della signora Filomena, quellla che abita al piano di sotto! Un altro salto e sono giù per strada, inizio a correre, ma quello affacciato  al balcone tira fuori una sparachiodi e inizia a bombardarmi con chiodi lunghi e appuntiti.  Alcuni mi prendono ma io continuo a correre.

La sparachiodi gli cade per strada, ed io ne approfitto per mettere in pratica la stronzata del giorno, afferro l'arnese lo punto sul balcone dove è Richie e inizio a sparare... ma i chiodi volano per un po' e poi mi ricadono addosso come pioggia, ferendomi...riprendo a correrre che è meglio.

Alla fine arriva la polizia che  arresta il ricercatissimo e temutissimo serial killer, che mi guarda con aria truce mentre ammanettato lo infilano in macchina.

Cosa resta da fare in queste circostanze? Io non lo so...per cui  prendo l'accappatoio e mi vado a fare la doccia...sul balcone!




P.S.
La signora Filomena, da me ribattezzata provolone ammosciato, esiste per davvero e ogni tanto la puoi vedere che spia la gente che sale e che scende, tenendo una fessurina della porta aperta e lei dietro, convinta di essere invisibile!

Nessun commento: