12 maggio 2010

Chi vuole un bottoncino?



Sono passate quattro settimane dal mio pubblico annuncio, "da oggi sono ufficialmente a dieta!", e questo è quanto ho da mostrarvi :




Ora la cosa importante da chiedersi è:

Con la stanchezza che avanza e i gelati che iniziano a popolare il mio freezer quanto durerà ancora questo buon proposito?
Ancora qualche settimana? Qualche giorno? Oppure alla disfatta mancano soltanto una manciata di ore?

Mah!



Cambiamo discorso....

Voi sapete, e se non lo sapete ve lo dico adesso, quanto avrei voluto essere un artista, che so, saper dipingere, disegnare, scolpire, modellare ..volevo essere come Michelangelo e scolpire la mia Pietà, volelo essere come Munch ed imprigionare tutto il mio dolore esistenziale in un urlo, ed invece mi è toccata in sorte questa storia dei pupazzi di pezza..che sfiga!

Stamattina però la mia vena artistica pulsava parecchio forte e chiedeva di essere liberata, cosi visto che ero sola in casa ho deciso di tirare fuori tutti i miei pacchetti di fimo e di fare dei bottoni da poi utilizzare sui miei lavoretti. (Roba da far impallidire Munch, Michelangelo, e tutte le ballerine di Degas)

Mi sono alzata di buon ora e tutta gioiosa ho preparato il tavolo da lavoro.

Una volta pronta ho iniziato ad impastare i vari colori e partendo da tonalità sgargianti sono arrivata ad ottenere colori dolci e pastellosi!

Come al solito dopo i primi 10 minuti di una qualsiasi attività mi pongo sempre la stessa, inevitabile domanda : "Ma chi me lo ha fatto fare?"

Ste tavolette di pasta sono dure come pietre e i miei polpastrelli iniziano a risentirne...comunque proseguo!

Vorrei lanciarmi nella reallizzazione di fate, elfi, e gnomi della foresta del Gargano ma al solo pensiero di quanta pasta occorre mi scoraggio e decido che per oggi bastano e avanzano due bottoncini e infatti eccoli:


Daiiii sono carini? Ditemi di si, ditemi di si...Dai dimmi che li trovi deliziosi...

Tutta soddisfatta mi dirigo verso la cucina per cuocerli e trullallerola trullalerolà...

Però...mi viene un brutto presentimento, sento come un ombra nera sghignazzare alle mie spalle e allora decido di fotografarli prima della cottura perchè me lo sento che oggi questa cosa della cottura va a finire male!

Copro la teglia, accendo il forno che comincia a sparare aria e giro la manopola un po dove mi pare perchè tanto i numeri non si leggono piu..ed inforno ad una temperatuta che si aggira tra gli 0° e 250°.

Aspetto il tempo necessario e li tiro fuori, sollevo il coperchio e una nube tossica mi colpisce in pieno viso...mi irrigidisco tutta e svengo col guanto da forno ancora indosso..

La mia cagnetta mette in atto le prime manovre di soccorso e mi riporta in vita.



Una volta superato lo stordimento provocato da quell'odor di morte mi rendo conto che in quella teglia non ci sono piu i miei teneri bottoncini noooo ci sono dei mostri scuri e lucidi come solo le bestie infernali sanno essere!




Ma cosa è accaduto?

- Il fimo dopo 3 anni di stagionatura è andato a male? Eppure crudo mi sembrava normalissimo!
- Colpa del forno ventilato?
- Gli alieni abitano nel forno di casa mia?
- Temperatura troppo alta?
- Forse, mezz'ora di cottura è troppa per dei teneri bottoncini?
- Dio ce l'ha con me?

Non so...se tra di voi c'è qualcuno che ne capisce venga presto in mio soccorso !!!


Però guardateli..ma quanto sono brutti?
Avete mai visto voi, trasformarsi un innocente azzurro cielo in un verdone  cosi brutto?
E il bianco che diventa quasi rosso?
E di quel lucido ne vogliamo forse parlare?

Sono affranta!


Ora però vi mostrerò una foto shock! Quindi se siete deboli di cuore allontanatevi immediatamente dal computer possibilmento urlando come in preda ad una crisi isterica!
Questo è un documento che fugherà ogni eventuale dubbio sulla mia natura..si amici miei, perchè io non sono come tutti voi , noooo! Sembro come voi, e come voi sono si fatta per il 70% di acqua ma miei cari è quel restante 30% che mi distingue dalla massa, quel 30 %  fatto di ricotta di pecora!



 Ma dico io, ci si puo fare i  lividi alle unghie solo per aver impastasto un po di fimo?
La risposta è si e sta tutta in quel 30% di ricotta di pecora!


E non sto qui a dilungarmi su come mi senta il fuoco di Sant' Antonio su tutti i polpastrelli!


Nessun commento: