30 giugno 2010

Di pasta in pasta

Qualche giorno fa vi ho chiesto cosa secondo voi potesse essere questa :



Fatta eccezione per due persone, nessuno ha provato ad indovinare e ciò, ve lo dico, mi ha resa molto triste!!!

Ora quindi che svelo l'arcano, mi pare un po di parlar da sola fatta sempre eccezione per quelle due persone di buon cuore (MissPansy e Giuliana) che hanno partecipato alla mia goliardia..vabbè tanto gia lo so che il mio destino sarà quello di farneticare da sola, quindi prima mi ci abituo meglio è!

Quindi miei cari quella nella foto non è purea di patate, non è una besciamella, non è un collante, ne pasta di mandorle...maaa...rullo di tamburi (mio Dio perdona la mia immensa stupidaggine!!) trattasi di Pasta di mais, e no, non si mangia!!!!!

E' un composto che va cotto sul fuoco, poi lavorato a mano per ottenere infine questa pallotta di massa




che puo essere colorata e modellata a piacimento e che si essicca all'aria.



(clicca sull'immagine per dettagli scabrosi)


Il bello di questa massa, oltre al fatto che si essicca all'aria, è che puo essere fatta facilmente in casa e a costi molto contenuti, vi servono infatti:

- una tazza di amido di mais (maizena); che trovate nei supermercati o a limite se siete in un paese disgraziato come il mio, potete provare in un negozio di dolciumi!

- una tazza di colla vinilica; che trovate dal ferramenta, in cartoleria, al supermercato o se citofonate al vicino quello di sicuro ce l'ha!

- un cucchiaio di olio di vaselina; che trovate in farmacia!
Io ci sono andata con un po di vergogna perchè mi sono detta, chissà cosa penserà il farmacista: che sono una pervertita? Che ho in agenda una serata pornosadomaso?
Poi una volta tornata a casa ho letto sulla boccetta che quest'olio viene usato come lassativo! E quindi il farmacista mi avrà presa per una che non puo andar di corpo e il caso vuole che sia pure vero..ma vabbe!!!

- un cucchiaio di succo di limone; che trovate dal fruttivendolo

A questo punto procuratevi un vecchio pentolino antiaderente e un cucchiaio di legno, oppure compratene di nuovi, l'importante è che da questo momento in poi, pentolino e mestolo verranno usati solo per la pasta di mais e mai piu per cucinarci le stelline in brodo a nonno!!

Versate gli ingredienti nella pentola, mettetela sul fuoco e iniziate a girare, girare, girare, girare....ad un certo punto spunteranno dei piccoli grumi, e poi grumi sempre piu grandi, finchè non sarà un unico grande, bianco grumo.

A questo punto spostatevi su un piano di lavoro pulito, ungetevi le mani di crema (tipo nivea) e iniziate ad impastare fino ad ottenere una bella palla bianca e uniforme; Lasciatela raffreddare un po e poi richiudetela in un contenitore, ben lontana dall'aria, in tal modo si conserverà per svariate settimane!

Adesso divertitevi e create i vostri pastrocchi!!!


Insomma se non lo avete capito mi è venuta voglia di modellare, di creare cose con paste molli che poi diventano dure, tanto per cambiare quindi mi è venuta la fissa per qualcosa che non sono in grado di fare, ma pazienza, prima o poi lo capirò che non ne sono capace e la smetterò....forse!!

Nel frattempo però, a costi non proprio contenuti mi sono procurata un nuovo materiale da modellare! Così dopo il fimo e la pasta di mais è ora il turno del cernit!!




Cosa ne verrà fuori? Non lo so o comunque lo scopriremo solo impastando!!

Nessun commento: