2 aprile 2010

Abbandonata all'autogrill

Stanotte invece siamo andati tutti in gita scolastica, quella del quinto anno, quella che dura una settimana. Io però ricordo solo il viaggio di ritorno; Eravamo nell'autobus super moderno e bello ampio, stavamo tornando a casa e al mio fianco, come sempre l'amica fidata di quei tempi, che per comodità chiameremo Russo.

Le nostre vicine, cioè quelle quattro gallinacce del corso C parlavano di chirurgia estetica...
Io e Russo le stavamo a sentire, e a dire il vero mi pare che Russo partecipasse anche alla conversazione, io invece facevo finta di dormire o guardavo fuori dal finestrino, e intanto pensavo : dopo l'angoscia provata per la tiroidectomia col cazzo (scusate!!!) che mi ci rimetto sotto i ferri per farmi una liposuzione o rifarmi le tette che poi francamente questa storia di tenere corpi estrani nel corpo proprio non mi convince per niente!!!
Mentre pensavo questo, pensavo anche un po a Pepe, e con i radar interni cercavano di localizzarlo!!

Arriva il momento della sosta nell'area di servizio, afferro giaccone e borsa e con gli altri scendo dal veicolo supermoderno e noto, anche dal colore  parecchio sgargiante.

A questo punto ci disperdiamo, ognuno un po per i fatti suoi, tanto ci ritroviamo li fra un po...

Io per un po, seguo gli altri che si dirigono verso i camion della porchetta e delle patatine, poi però decido che forse è meglio andare a fare pipì...

Ma....non trovo i bagni.

Oddio, c'è un water piantato nell'asfalto ma non credo sia quello il bagno, comunque sia mi avvicino e scopro che li vicino, in una rientranza ci sono quattro porte, due sono chiuse, le altre semi chiuse..

Ne apro una e c'è un bagno...non è entusiasmante ma con un paio di manovre si potrebbe fare pipì senza prendersi una qualche infezione mortale. Per sicurezza apro l'altra porta e noo, qui va decisamente male, qui come minimo ci si prende il colera!

Sono indecisa se farla o non farla e nel mentre decido arriva un ragazzo col giubbotto beige che si infila nel primo bagno e inizia a dar fiato alle trombe!

Francamente mi pare brutto stare li ad aspettare che questo finisca il concerto e poi chissà se dopo questo assordante quanto imbarazzante assolo il bagno sarà mai piu utilizzabile..

Vabbè lascio perdere e mi dirigo verso lo spiazzo degli autobus...ma mi inizia a venire l'ansia perchè non vedo nessuno dei miei compagni, e anche se non ricordo il colore preciso del mio pullman mi rendo comunque conto che li, tra quelli parcheggiati, il mio non c'è...

Oddio!Oddio!

Mi avvicino ad un gruppetto di ragazzi seduti su una panchina, scelgo quello meno attraente e chiedo "Scusa ma per caso negli ultimi minuti hai visto partire un pulman?"
E lui risponde : "Si poco fa sono partiti tre pulman rossi, erano di Salerno!"

A questo punto sono quasi sicura di non essere di Salerno, fatto sta che il pulman ,gli amici qui non c'è più nessunoooo!!!

Questi sono partiti senza di me!!
Oddio speriamo che Russo alla fatidica frase: "Ragazzi controllate che il vostro vicino ci sia!"....si renda conto che la sua vicina, la sua Very non c'è, e che faccia partire subito i soccorsi!!!




Seguono poi scene in cui limono furiosamente con Pepe ma queste amici miei sento di doverle tenere solo per me!!!!!!


Nessun commento: