31 ottobre 2012

Bisogni






Da qualche settimana sono in psicoterapia!

Francamente questa nuova dottoressa non mi ispira molto, per svariate ragioni, ma ormai le prime otto sedute sono state fissate e pagate e perciò devo e voglio andarci, soprattutto perchè oltre alla seduta con lei, posso prendere parte al gruppo di auto aiuto e prenderci parte, sappiatelo, mi piace tantissimo!

Alla fine dell'ultima seduta, la psicologa mi ha assegnato un compito: scrivere su carta quali sono i miei bisogni.

Adesso, è ovvio che io e solo io posso sapere quali sono i miei bisogni, anche se devo ammettere che mi riesce molto difficile individuarli e soprattutto metterli nero su bianco (mi sembrano tutti così tremendamente ovvi e scemi)...però volevo coinvolgere anche voi...quelli che mi seguono da anni, quelli che si sono affezionati a me e che in qualche modo hanno imparato a conoscermi...

Insomma si, secondo voi di cosa ho bisogno? Cosa mi manca? Pensate ci sia qualcosa che non ho o che non faccio, ma che mi aiuterebbe a stare meglio?

Aspetto con una certa ansia le vostre opinioni! :)


12 ottobre 2012

Sono incinta....ah no è solo trippa!

Arrivo in negozio, tiro fuori il pupazzetto e la scritta che ho realizzato per la titolare ed inizio a disporli sul bancone.
Una vecchietta incuriosita si avvicina e con incertezza legge: "Benvenuto Paolo".
Poi mi guarda e dice: "Ah Paolo, allora è un maschio...Auguriii"
"No guardi signora che non sono incinta"
"Ah mi scusi, mi era sembrato! Quindi niente, è tutta roba sua!"
"Si signora, è tutta roba autoprodotta"

......

Quando e dico QUANDO, finirà questa storia della donna incinta??

7 ottobre 2012

Tette allo sbaraglio!

Care Aziende Produttrici Di Vestiti Extralarge,

mi chiamo Very e vi scrivo per due semplici, ma importanti, ragioni.
Innanzitutto volevo ringraziarvi dal piu profondo del mio cuore;
Un grazie sincero per aver pensato anche a noi, povere donne affette da grasso in esubero;
Per non averci lasciate ancora una volta sole ed emarginate.
A noi, vittime di discriminazione quotidiana, su tutto e per tutto.
A noi, che di solito non ci pensa mai nessuno, perchè siamo sgraziate e i nostri corpi abbondanti e sballonzolanti storpiano di brutto i vestiti e allora, per non farci la brutta figura, le aziende preferiscono rinunciare in partenza.
A noi, che se qualcuno però ci pensa è solo per spennarci come delle polle, costringendoci a sborsare fior di euri.
Noi, che ce ne restiamo zitte, ma incazzate, di fronte alla nostra amica che ha acquistato una maglia favolosa a dieci euro mentre noi ne abbiamo spesi cinquanta per uno schifo di maglia nera, che tra l'altro non ci sta poi così bene e ci regala quei vent'anni in piu, ma era l'unica che ci entrava!
Mi rendo perfettamente conto che produrre abiti per noi e mantenere dei prezzi accettabili, richiede uno sforzo maggiore e quindi grazie, grazie mille per esservi addossati questo impegno.
Grazie a voi non siamo costrette ad andare in giro avvolte in tende o lenzuola, o ancora peggio con una foglia di fico avanti ed una dietro.
E noi, ve lo garantisco, ripagheremo il vostro impegno sfregando energicamente le nostre cosce sui vostri pantaloni sino a distruggerli per poterne poi ricomprarne degli altri, e altri, e altri ancora!

Però, e qui veniamo al secondo motivo che mi ha spinto a scrivervi, mi dispiace ma ho un rimprovero da farvi!! Sta cosa ve la devo proprio dire, non riesco piu a tenermela dentro. Ho patito troppo a lungo ed è giusto che adesso sfoghi la mia rabbia, quindi perdonatemi il linguaggio aggressivo!

Ma insomma, lo volete capire che se una è grossa di culo non necessariamente ha due cocomeri di tette, ehhh?
Ma volete pensare a quelle povere disgraziate, come me, che si ritrovano obese ma con le tette piccole?! Si, a noi povere pere sfigate!!
Vi pare giusto, che debba andare in giro con le camicie evidentemente vuoteee?
La volete smettere?
Guardatemi, sono oscena!!!!






E vogliamo parlare del costume per la piscina? Mi entra di culo e mi avanza davanti!


Ma daaaaaaaiii  un po di serietà!!!! Smettetela!!!!

Bene, sono sicura che il mio grido di aiuto non resterà inascoltato! In attesa di una soluzione a questo fastidioso problema, vi invio i miei più cari saluti!!

Con affetto
Very


P.S. Ma quanto sembrano basse quelle tette?!!!

2 ottobre 2012

Ho voglia di intitolare questo post: Insomma...

Cu - cuuu!

Dite la verità, pensavate fossi morta, vero? Magari di diabete o spiaccicata contro un palo. E invece no miei cari, sono ancora qui ad appestre l'aria.

Scusami bloguccio mio bello se ti ho trascurato così tanto, ma ero troppo impegnata a farmi prendere per il culo da un tipo (in senso figurato eh!). Avete presente tutte quelle volte in cui vi ho raccomandato di lasciar perdere le chat? Bè si ecco, sono un pessimo esempio, ma pur sempre il tipico caso di chi predica bene e razzola male!
Che vi posso dire, purtroppo il mio disperato bisogno di amore e di affetto e di considerazioni e di forti braccia tatuate e petti villosi mi rende incredibilmente stupida! Ho pena di me stessa! Credetemi!
Ma questa è un'altra storia, che magari uno di questi gorni vi racconterò. Magari!

Ora invece, voglio parlarvi della mia personale lotta contro l'obesità giovanile.
Stamattina sono stata dalla nutrizionista e disgraziatamente peso ancora 114 chili (esattamente 113,800 kg di grasso testardo, attaccato al mio corpo).
Peso tanto da almeno due mesi e ciò mi deprime! E più mi deprimo, piu mi vien voglia di mangiare. E piu mi vien voglia di mangiare meno resisto alle tentazioni. Insomma, sono vittima, nonchè socia onoraria di un circolo vizioso culinario.

(Abbattetemi!)

E allora per smuovere un po questa penosa situazione mi è venuta la felice idea di mettermi a fare sport. Che tanto, lo sappiamo tutti che la dieta da sola non basta e che bisogna muoversi e che bla, bla, bla. Anche se io e lo sport siamo da sempre due rette parallele con nessuna intenzione, neanche vaga, di incontrarsi!

Ma per il mio bene, per il mio logoro amor proprio mi sono sentita in dovere di fare qualcosa, di tentare ogni strada possibilie prima di intraprendere quella del suicidio.

Così mi sono iscritta in piscina.

Si avete letto bene! PISCINA!

Sono stata molto coraggiosa e soprattutto, contrariamente al solito, sono passata dal pensiero, all'azione! Ho alzato le mie enormi chiappe e sono andata dapprima a chiedere informazioni e poi mi sono attrezzata a dovere per il grande evento. Ovviamente le paturnie non sono mancate. Quelle non mancano mai. Già dall' iscrizione.
Un giorno, di metà settembre, arrivo li, davanti allo stabilimento, con la tempesta nel cuore e la fifa nelle mutande.
Dietro al bancone c'è una signorina, dall'altra parte un tavolino, delle sedie e un bel ragazzo.
Istintivamente mi dirigo verso la ragazza perchè a me gli uomini, ancor di piu se piacenti o anche solo di mio gusto, mi mettono in soggezione.
Ma l'uomo in questione mi chiama e mi dice di andare da lui, che è li apposta per le informazioni tecniche.

E vabbè, mi siedo di fronte a lui su una sedia fatta tipo di carta stagnola che trema sotto il mio peso e mentre snocciola informazioni, sicuramente interessanti, io riesco a pensare solo "Dio mio fa che la sedia regga!"

Insomma alla modica (ma anche no) cifra di 140 euro mi sono comprata due lezioni di acquagym a settimana, per tre mesi!

Ovviamente prima di iscrivermi, ho provveduto ad una cosa fondamentale: il costume da bagno.
Metti che mi iscrivevo in piscina e poi non trovavo un costume della mia taglia? Sarei dovuta andare li in cannottiera e mutande! Perchè vedete, anche con i costumi da bagno, noi poveri portatori di grasso corporeo in eccesso, non possiamo esercitare il libero arbitrio! No! Che stai a scherzare? Ti devi accontentare di quello che trovi.

Io comnuque per evitare domande scomode tipo" che taglia porti?" , ho acquistato il mio costume online. Avrei tanto voluto una muta da sub, ma pare che non sia adatta per l'acquagym e allora ho ripiegato sul costume piu coprente che ho trovato (ovviamente non mi sta bene come alla modella, e non c'era neanche bisogno di specificarlo)

Quindi
iscrizione fatta;
certificato medico, pagato 15 euro in cui il mio medico di famiglia certifica, sulla base di una visita che non mi ha mai fatto,che godo di buona salute, ce l'ho;
borsone, andrà bene quello blu che usavo per le gite scolastiche e se non lo trovo ripiegherò su una busta dell'eurospin o della conad;
costume, comprato;
ciabatte, comprate;
cuffia, comprata
accappatoio, userò quello che usava papà per la piscina;
Insomma ho tutto, devo solo aspettare il 27 settembre per la mia prima lezione.

E fu sera e fu mattina e fu il 27 settembre.
Mi alzo e scopro che mi è venuto il ciclo, così proprio a dispetto! Quindi niente piscina (lo so che ci si puo andare comunque, che basta l'assorbente interno, ma detto tra noi, a me l'assorbente interno non mi ispira molta fiducia, metti e mi profana il sacro luogo?! ecc ecc, ma non me la sono sentita)

Così il primo giorno di piscina è slittato a Lunedi. Scorso.

Mi metto in macchina e pensieri contrastanti affollano la mia mente:
"Brava stai facendo la cosa giusta!"
"Minchionaaaa ti prenderanno tutti in giro! Rideranno di te!"
"Vedrai ti divertirai!"
"Affogherai e non riusciranno a salvarti perchè sei troppo pesante da tirare su!"
"Ti farà sicuramente bene....anche all'umore!"
"Straminchiona ti arpioneranno scambiandoti per una balena!"

Praticamente varco la soglia dello spogliatoio con un principio di schizofrenia!
Mi chiudo in uno sgabuzino e mi cambio! Dio buono quanto sono ridicola con la cuffia.....e con tutto il resto!

E poi arriva il momento di togliersi l'accappatoio! Me lo tolgo ! Mi faccio la doccia ed entro in piscina!
Dopo vent'anni rientro in acqua!
Sono le nove e mezzo del matino, l'acqua è fredda, tocco il fondo a stento e mi sento la creatura piu vulnerabile dell'universo!

Rimango in prima fila, non per fare la secchiona di turno ma semplicemente per essere piu vicina alla scaletta in caso di fuga. Non si sa mai, un terremoto, un onda anomala, uno squalo o un piu probabile principio di svenimento. In ogni caso io, Very, sono pronta a darmela a gambe.

Tuttavia, nei successivi sessanta minuti, non succede nulla di grave.

Muoversi in acqua è piacevole anche se è difficile seguire le istruzioni della tipa che dal bordo vasca suda e urla. E credetimi stimo tutte le anziane signore del corso che invece riescono a starle dietro. Le stimo con tutto il cuore, perchè personalmente non ci riesco, visto che mentre sto sollevando la gamba destra la tipa è gia passata alla sinistra e visto che c'era ha fatto pure un giro su se stessa!

A fine lezione sono la prima ad uscire dall'acqua (chissà cosa avranno pensato vedendo emergere dall'acqua il mio enorme di dietro).
Credo comunque di aver provocato uno tzunami uscendo dall'acqua, no perchè le opzioni sono due: o lo tzunami oppure nel riemergere si avverte di botto tutta la fatica che in acqua non si è sentita. Perchè mi sono sentita schiacciata come da un peso, una sensazione bruttissima tanto che credevo di svenire..poi però è passata subito!

Mi sono di corsa avvilupata nell'accappatoio e poi è stato tutto un correrre da uno sgabuzzino all'altro neanche avessi i carboni ardenti nelle ciabatte! Ovviamente non sono mancate le solite due o tre esibizioniste che mostravano allegramente le loro nude grazie! Mah, non le capirò mai!

Mi sono lavata e rivestita e quando sono uscita all'aria aperta, mi sono sentita, finalmente, una volta tanto, orgogliosa di me!

Adesso, attacchi di panico permettendo, dovrò tornarci giovedì!



P.S. Ovviamente sono la piu grossa del gruppo! :(