24 dicembre 2012

Brividi

Ieri, mentre ero al cimitero da papà, mi sono ritrovata, casualmente, nel bel mezzo di un funerale.
La bara mi è passata accanto.
Una mia compaesana di soli trentasette anni è morta da sola nel letto di casa sua.
Infarto.
Era obesa.
Tanto obesa.
Intravedo il mio futuro.


Oh oh oh Merry Christmas

ma anche no!

6 commenti:

Airbag ha detto...

...

Erika ha detto...

però hai la fortuna di porre rimedio!

liberamente ha detto...

Cara Very, NO!!!

siamo noi gli artefici del nostro destino, da quando hai intrapreso il percorso per il cambiamento hai la possibilità, anzi hai il dovere verso te stessa di cambiare la strada.

Vanessa ha detto...

Ci sono rimasta malissimo Very, perchè davvero sembra te l'abbiano fatto apposta: poteva essere passato a miglior vita un novantenne o una persona afflitta da un male "rapido"...invece era una persona obesa e per di più di sesso femminile e giovane!

Questo episodio ti avrà avvelenato la vigilia, e forse non solo quella, ma devi trovare la forza (visto che l'intelligenza ce l'hai) di sfruttarlo a tuo vantaggio. Vedilo anche come un monito, perchè la vita è troppo preziosa per privarci anche solo di un anno di essa, figuriamoci di uno o più decenni.
E al di là della quantità, hai diritto a regalarti una bella qualità della vita.
Ti abbraccio e auguro serene, costruttive feste.





Anonimo ha detto...

Non sarà il tuo futuro, puoi cambiare.
Un bacio,
Claudia

Anonimo ha detto...

buuuuuuuuuuuuuuuuorp!
sono sazia il natale ammazza anche me!!
OH OH OH SKIATTEREMO TUTTI APPANZATI E COL SORRISO DA EBETE KE IN REALTA' E' UNA SMORFIA PREVOMITO
(quando mi dilungo mi odio)
bybl