4 gennaio 2013

Dico cazzo perchè secondo me rafforza bene il concetto

Mi sono impantanata.
Ormai mi succede sempre.
Mi blocco.
In tutto.
E' una merda.

Anche scrivere sul blog mi riesce difficile. Non ho voglia, oppure mi prende la convinzione di non avere nulla da scrivere, eppure dentro esplodo di roba. Ma è così tanta che fa fatica ad uscire.
Come quando andavo a scuola e suonava la campanella del "oh ragà andatevene a casa che per oggi gli abbiamo dato abbastanza", e in duecento eravamo costretti ad uscire da una porticina. E allora eri presa in mezzo alla mischia, sbattutta, strattonata, faticavi ad arrivare a quella porticina e quando ci arrivavi ti ci si bloccava lo zaino perchè i soliti idioti volevano uscire in quattro da una porta da cui a malapena sarebbero uscite due persone. Così sono io. Così è la mia mente. Troppo piena, piena da scoppiare e i pensieri faticano ad uscire.

Vabbè vorrei raccontarvi alcune cose.

Prima di tutto l'argomento che sembra ormai il perno della mia vita e che mi fa pensare ogni giorno: "ma come cazzo mi sono ridotta?". Si esatto, sto parlando del mio peso, la mia ciccia, il mio corpo, il mio essere brutta, cessa e racchia. Poco prima di Natale ero riuscita ad arrivare a 110 chili circa... oggi sono stata dalla nutrizionista ed ho appurato che tra pranzi e cenoni, extra vari, e svariati "ma si dai tanto è festa" sono tornata a pesare 114 chili. E' uno strazio. Non riesco a controllarmi e mi faccio pena.

Dopo un anno sono stata dal dottor B, lo psichiatra. Parlare con lui devo dire che è sempre bello!
Mi ha proposto di cambiare un po la terapia e di sostituire lo zoloft con il prozac, che oltre ad essere antidepressivo riduce anche il senso di fame che invece lo zoloft, forse, mi stimola.
A me sinceramente a sentire il nome prozac mi è preso male. Molto male. Si fosse chiamato pincopallo forse non avrebbe sortito lo stesso effetto drammatico sulla mia già devastata psiche.
Mi sono presa del tempo per pensarci e lui ovviamente me lo ha concesso.

Ne ho parlato anche con la psicologa con cui sto facendo psicoterapia, e col gruppo a cui partecipo. Cosa è il gruppo? Praticamente una volta a settimana, alcuni pazienti della psicologa, si riuniscono in gruppo seguiti da un assistente della dottoressa e parlano, si confrontano, si aiutano o semplicemente ascoltano. La dottoressa ha buttato pure me in questo gruppo, anzi in entrambi i gruppi sia in quello della mattina che in quello della sera... ormai mi vogliono tutti e l'assistente mi ama. Io invece continuo a detestarmi.
Comunque, sia la psicologa che "il gruppo" si sono dimostrati a favore del prozac.
Il loro ragionamento è: a parità di effetto sulla depressione, perchè assumere un farmaco che ti stimola la fame invece di uno che te la riduce? E detto così non fa una piega.
Il problema è che secondo me il prozac è piu potente dello zoloft, mi spaventano gli eventuali effetti collaterali e soprattutto alla base di tutto c'è che io dei farmaci me ne voglio liberare. E invece il medico dice che non sono ancora pronta. Credo che non lo sarò mai.

L'unica che si è schierata contro il prozac è la nutrizionista....dice che non c'è bisogno di arrivare al prozac e allora ho deciso di provare prima a seguire i suoi consigli e a prendere degli integratori naturali per drenare e ridurre la fame. Il prozac lo lascio come ultima spiaggia, forse.

Il cazzo è che io sono affamata d'amore e non avendolo mi butto sul cibo e secondo me per questa fame non c'è prozac o integratore che tenga. E sti cazzi!
Lo avevo gia detto cazzo? No, perchè mi sembra il termine piu adatto a rendere l'idea. Rafforzare bene il concetto.

In virtù di questa fame d'amore mi sto cacciando nei guai col tipo di cui vi ho parlato qualche post fa.
Oddio, proprio guai, non credo...il fatto è che io sono come una quindicenne, e mi sono un po rincretinita appresso a questo, insomma alla fine ci parlo da otto mesi, è simpatico.... però cazzo fa uso pesante di hashish e raramente di cocaina. Ed io con sti cazzi di problemi non ci voglio avere niente a che fare...mi bastano i miei!


Ah un ultima cosa, l'ultimo dell'anno, passato a letto in solitudine per volere di mia madre, ho avuto un mezzo attacco di panico....indovinate un po chi mi ha fatto compagnia? Si esatto lui, il cocainomane!

Dio miooo come sto messa male!!!

14 commenti:

Anonimo ha detto...

Io il prozac l' ho usato per qualche mese nel '97 avanti cristo ('ste cose mi fan sentire vecchia ), i primi 10 giorni sono stata stranamente bene ,mi sentivo il mondo in mano ,e dato che le prime due settimane non si doveva avvertire ancora niente, non ti dico l' euforia perché pensavo chissà dopo . . . Già dopo appunto : un cazzo (si il rafforzativo ci vuole), niente acqua fresca , al che ho insistito ancora un po' e poi l'ho lasciato perdere. Non so se adesso é diverso ma non sopravvalutarlo ,non é nemmeno complicato smettere, non ho avuto effetti collaterali o dipendenze,smetti e stop . Almeno questa é stata la mia esperienza non a tutti fa lo stesso effetto ,forse come esperimento potresti tentarlo,quando si é impantanati,e ne so qualcosa , vale la pena provarle tutte per sbloccare la situazione.
K.

Anonimo ha detto...

Ciao
Quanto all'indicazione di assumere integratori naturali, per contrastare la fame nervosa, è una scelta giusta. La rodiola, in questo senso, è un valido aiuto.
Ad ogni modo, considera che il prozac è un farmaco, quindi assunzione e interruzione della terapia sarebbero decisi e gestiti da medici veri, non certo dal primo che capita. Bisogna pur fidarsi dei medici.
Quanto alla persona con problemi di dipendenza, ti consiglio, con tutta sincerità, di lasciarlo perdere. Al momento, tu sei la priorità, tutto il resto è di secondaria importanza.
Quanto al peso, ti faccio compagnia con i miei due chili in più. Però parliamo di preso acquisito in poco tempo, quindi più facile da smaltire. Ergo, non ti demoralizzare.
Ciao e in bocca al lupo per tutto.

Cute Girl ha detto...

Cara buon anno, io sostengo la tua decisione: prova a seguire i consigli della nutrizionista, se poi vedi che non va, allora ricorri a questo nuovo farmaco ;)! Per quanto riguarda il tipo: sinceramente non ti ci vedo insieme ad un cocainomane :\ parlo con lui, cerca di allontanarlo da questa brutta strada!

Anonimo ha detto...

Non bisogna sopravvalutare nemmeno i medici, vanno per tentativi anche loro ,e molti sono braccia rubate all'agricoltura, purtroppo sono cose che si imparano con l' esperienza.
Per quel che riguarda il tipo parlarci e chattarci va bene ,ma se ti metti in testa di "salvare" qualcuno la vedo male.
K.

Anonimo ha detto...

Ciao: da psicofarmacologa ti dico che il prozac NON è più forte dello zoloft (ovviamente dipende dal dosaggio). Informati bene usando i nomi generici. Vedrai che il prozac (fluoxetina) è un SSRI, proprio come lo zoloft (sertralina).
Non essere superficiale: ti spaventa il nome perchè lo senti in TV e ti pare sia lo psicofarmaco per eccellenza, ma credimi, non è di sicuro più da impasticcata dello Zoloft.
Detto questo: sono d'accordo che i farmaci è meglio non prenderli, e se pensi di potercela fare senza buon per te. Certo, è anche vero secondo me che è meglio NON pesare 114 kili, quindi vedi tu qual'è il male minore considerando che la farmacoterapia può aiutarti con il peso.

Claudia ha detto...

Niente, ti lascio solo un abbraccio... se passi da me capisci perché non posso dirti altro.

Claudia

Anonimo ha detto...

uhm la cocoaina fa dimagrire xò...

bybl

Neofanta ha detto...

Sono una lettrice della Cup che ti legge da 2-3 anni.
Tu che hai un linguaggio così solare e delizioso, stavolta hai scritto "cazzo" a raffica. Ora però lo dico anche io "cazzo", anzi lo urlo.
CAZZO CAZZO CAZZO!!!!!!!!!!
Scusa tesoro ma sei messa male più per la madre che ti ritrovi che per aver avuto come compagnia di una serata (virtualmente, se ho ben capito) uno spinellato.
Anche Fiorello e chissà quali politici hanno tirato di cocaina, non vedo perchè demonizzarla più di tanto. E ribadisco che tua madre è ed è stata più deleteria di qualsiasi drogato: ma che significa che hai trascorso la notte di San Silvestro a letto PER VOLERE SUO???
CAZZO CAZZO CAZZO!!!!!!!!!!
CAZZO CAZZO CAZZO!!!!!!!!!!
CAZZO CAZZO CAZZO!!!!!!!!!!
Sei fortemente sovrappeso, hai quasi trent'anni se non erro, sei sempre sola e tua madre ti stressa persino la notte del 31 dicembre, ANZI TI PROVOCA UN ATTACCO DI PANICO - come poi sembra faccia il più spesso possibile??? Tu che un anno fa hai passato quel che hai passato per il tuo gravissimo lutto familiare???
CAZZO CAZZO CAZZO!!!!!!!!!!
Scusami mille volte, ma non sei tu quella sbagliata, che deve vergognarsi, che deve scusarsi. E se anche lo fossi, c'è chi ha una bella percentuale di colpa per questo, protetta dalla scusa che non vuole vederti crescere, che ti vuole sotto la sua ala. Mi stupisco anzi che tu non pesi 180 kg invece e che non devi dormire con un respiratore.
Non ti auguro buon 2013, ti auguro buona vita senza tempo, senza limiti...Ma forse è meglio se rivedi il tuo atteggiamento mentale, soprattutto riguardo il fatto di detestarti.

Neofanta

Anonimo ha detto...

Sono daccordo con Neofanta,finchè rimarrai rintanata in casa con la mamma a mangiare e a chattare con un cocainomane la tua vita non potrà certo cambiare...altro che prozac ti ci vorrà poi se continuerai così Very, pensaci ora finchè sei in tempo...REAGISCI!!!!

Neofanta ha detto...

Ma un conto è vivere assieme alla madre (cosa ammissibile visto che non è semplice andare a vivere da soli), un altro è, col pretesto della convivenza forzata, permetterle di fasi manovrare piscologicamente e materialmente.

Neofanta

Anonimo ha detto...

Very,a marzo scorso pesavi 130kg: nn ti.abbattere e continua la dieta che stai andando bene. Baci,marghe

Anonimo ha detto...

Però il fatto che tra psichiatra psicologa e gruppo si stia a discutete sui farmaci si/farmaci no mi dà l' impressione che la direzione sia completamente sbagliata. Purtroppo certi problemi di personalità (come affossarsi in certe situazione di autolesionismo/autoboicottaggio, da cui non si riesce ad uscire, l'insicurezza cronica ,la mancanza di autostima ecc .. non hanno nessun farmaco che possa curarle. L'unica strumento che ti (ci) puó dare un aiuto reale é la terapia cognitivo comportamentale TCC, non dico sia una passeggiata bisogna metterci dell' impegno e della concentrazione, ma piano piano individui, isoli e cambi i percorsi sbagliati dei tuoi pensieri e di conseguenza di come ti senti e ti comporti. L'ho spiegato un po' alla caxxo ma dopo mille anni di seghe mentali questa é l' unica cosa mi che abbia dato un aiuto tangibile. Trovare il terapeuta adatto e specializzato nella TCC é importante, non ti devi affezionare,devi constatare se hai dei benefici,se dopo un tempo ragionevole non ne avverti cambia,vuol dire che non fa per te.
K.

Anonimo ha detto...

Ma la piscina? :(

Alessia ha detto...

Very sono cute girl... ho cambiato nome =) ti va di seguirmi?
MY MAGIC WORLD - diventa follower