9 luglio 2014

Amore Puro



28/07/2003 - 9/07/2014




4 luglio 2014

Che magari un giorno fanno un telefilm pure su di me!

Tempo fa, navigando su tumblr, alcune immagini e/o gif hanno destato la mia curiosità.
Ritraevano una ragazzotta in carne e un gran bel ragazzo che si scambiavano effusioni e/o frasi sdolcinate di vario genere.



E insomma vuoi per i due occhi da cerbiatto impaurito e il bellissimo sorriso del ragazzo in questione o per il fatto che stranamente si accompagnava a questa ragazzotta e che alla fine della fiera tutte le ragazzotte mi fanno pensare a me, mi sono sentita in dovere di approfondire la questione e di capire a cosa si riferissero queste immagini.

Detto fatto, l'ho scoperto.
Sono tratte da un telefilm inglese intitolato "My mad fat diary".
L'ho cercato. L'ho guardato. Tutto!
E' stato un colpo di fulmine.

Voi lo sapete no, che nonostante i miei 31 anni, fondamentalmente sono rimasta una quindicennne e perciò in questa storia mi ci sono ritrovata un sacco. Ho ritrovato alcune paure della Very di oggi ed ovviamente quelle della vera Very adolescente...insomma tettone ed età a parte, potrei essere tranquillamente io.

Rae,la protagonista, ha 16 anni, è alta un metro e ottanta, pesa 102 chili ed è stata ricoverata per quattro mesi in manicomio per aver tentato il suicidio.

La storia inizia il giorno in cui Rae viene dimessa dall'ospedale, il giorno in cui rimette piede nel mondo, lo stesso mondo da cui aveva provato a fuggire!

Cerca di inserirsi, non senza grosse difficoltà, fra i suoi coetanei e intanto lotta contro i suoi personalissimi demoni: gli attacchi di panico, l'essere obesa, le abbuffate, il non sentirsi al pari degli altri, la difficoltà a mangiare in pubblico o a spogliarsi in pubblico, le offese....tante offese! E i vorrei...tanti vorrei!



Toccanti sono le sedute dallo psichiatra e poi ovviamente c'è questa dolce e travagliata storia d'amore con questo piccolo, tenero bronzo di riace che proprio ti tocca il cuore.
E a noi ragazze piace un sacco quando qualcosa o qualcuno ci tocca il cuore.

Secondo me è un gran bel telefilm, diverso e sicuramente migliore (sempre secondo me eh) di quei papponi che ci propinavano a noi da adolescenti, vedi "Dawson's creek" detto anche anowanoweii (praticamente una banda di rincoglioniti).
"My mad fat Diary" affronta con grande ironia, e voi sapete quanto io ami l'ironia, il dramma dell' essere un'adolescente obesa e ansiosa (io intanto devo ancora capire come affrontare il dramma di essere un'adulta obesa e ansiosa). E poi quasi tutti i personaggi sono adorabili: Danny due cappelli,Tix, il tunisino nascosto nel bagagliaio della macchina, la madre, oh mio Dio la madre, quanta meravigliosa idiozia in un'unica donna!!

Ovviamente è' un telefilm, è una bella storia (tratta da una storia vera, perchè esiste per davvero una Rae Earl), raccontata benissimo, con delle belle battutte...ma è appunto una bella storia e come tutte le belle storie finisce a tarallucci e vino, mentre beh lo sappiamo, la realtà il più delle volte fa schifo e finisce a cazzotti e lividi. Almeno la mia.


Perciò "adolescenti obese" di tutte le età, guardatevelo! E' bello e fa ridere, quindi male non vi fa!

QUI trovate tutte le puntate con i sottotitoli in italiano.






Messaggio personale per gli attori protagonisti:

Sharon Rooney: senti fratella, io ti stimo assai perchè nonstante la tua stazza fai l'attrice in questo brutto mondo e ti metti sotto gli occhi di tutti.... no veramente, vieni qui e fatti abbracciare.

Nico Mirallegro: senti se solo io avessi dieci anni di meno ti verrei a cercare e una volta trovato io.....io...beh...mi andrei a nascondere dietro un cespuglio per l'imbarazzo .

28 giugno 2014


" Forse alcuni corpi non sono fatti per essere toccati. 
Forse il mio corpo non è fatto per essere accarezzato....o morso, baciato e abbracciato.
Forse io e la signora Dewhurst avevamo più cose in comune di quanto credessi.
Forse invecchierò come lei...sola.
Senza mai essere toccata...senza mai sentirmi bene."

25 giugno 2014

Se avete voglia di un bel post
leggetevi quello che il mio caro amico Nicolò mi ha scritto con tanto, tanto ammore (vabbè il " con tanto, tanto ammore" ce l'ho aggiunto io)

Leggete, ridete e riflettete.

4 giugno 2014

Fatti seri

Secondo voi l'autostima è una questione del tutto personale o dipende dagli altri? E se dipende dagli altri, in che misura?
Oddio mi sento tanto Carrie Bradshaw al'inizio di una puntata di Sex and the City.

Per quanto il suo nome possa spingere a pensare che l'autostima sia qualcosa che dipende da noi, io ho sempre pensato che gli altri in questa sporca faccenda giocassero un ruolo importante.
Col senno di poi, in realtà, penso di aver dato troppa importanza al giudizio degli altri ed oggi alla venerada età di 31 anni e con una vita mai vissuta sul groppone credo che sicuramente le cose sarebbero andate meglio se certe persone si fossero comportate diversamente e certi accadimenti si fossero degnati d'accadere o di non accadere (che so, se mio padre ogni tanto si fosse dimostrato apertamente orgoglioso di me, o se un ragazzo mi avesse detto che ero bella)... ma il grosso e fetido tarlo dell'insicurezza sarebbe rimasto comunque. Altrimenti non si spiega di come tante persone che hanno numerosi riscontri positivi dall'esterno siano comunque profondamente insicure.
Persone che hanno successo sul lavoro, vengono rincorse dall'altro sesso, riescono in qualsiasi cosa fanno eppure in cuor loro si sentono delle merdoline.

Certe volte capita anche a me che qualcuno mi faccia un complimento (solitamente su quanto sono simpatica o su quanto mi riescono bene i pupazetti) ma nel mio profondo io non ci credo....cioè non è tanto il non credere alla sincerità della persona è che penso di me esattamente il contrario (sono una persona orribile, potenziale serial killer, e i miei lavori sono pieni di difetti, spesso mostruosi).
Se a qualcuno poi gli scappa di bocca che sono bella gli passo direttamente il bigliettino da visita del mio psichiatra, perchè nella vita è importante, di tanto in tanto, farsi vedere da uno bravo.

La ragione dunque porterebbe a pensare che la qualità della propria autostima sia frutto di più fattori combinati: interni ed esterni.

E allora come me li spiegate voi quei personaggi, psicologicamente sani (più o meno), che pur non avendo particolari doti o grossi riscontri esterni hanno l'autostima altissima, purissima e levissima? Eh?

Bah, io non lo so come me li spiegate, ma sapete cosa vi dico? Vorrei tanto essere una di loro!


Bene il mio post termina qui anche perchè, in tutta onestà, non credo che Carrie Bradshaw avrebbe potuto fare di meglio.










28 maggio 2014

Tento il suicidio tre volte al dì

Qualche giorno fa ho compiuto gli anni e vuoi per pura e semplice coincidenza o no, per un paio di giorni ho avuto l'umore a terra e quando dico a terra intendo sotto terra, e quando dico sotto terra intendo melanconia obscura.

Di solito, quando ho questi momenti, pur bramando forse compagnia, mi metto in un angolo perchè non voglio essere di peso a nessuno, in quanto so bene quanto una persona in quello stato possa essere drammaticamente pesante.

Ho pensato spesso alla morte, che ammettiamolo non è proprio il massimo, soprattutto in un giorno che dovrebbe essere speciale e di festa. Ma figuriamoci, i miei compleanni non sono mai stati speciali o particolarmente festosi... è solo un triste invecchiare, un passo in più verso la fossa, un passo in avanti verso la liberazione...oddio mi sta venendo un altro attacco di melanconia obscura! :)

In preda a questa depressione cosmica ho scritto un messaggio su come mi sentivo,  sull'account facebook legato a questa pagina, credendo di lanciare un urlo nel vuoto.... e invece....

E invece alcune persone conosciute qui sono subito accorse in soccorso del mio umore strisciante e sono riuscite a strapparmi un sorriso...più di uno ad essere sincera.

Anche se non scrivo più spesso e anzi, ad essere sincera,  più di una volta mi è balenata l'idea di chiudere, beh questo post è per voi...per voi che in una triste serata, consapevoli o no, mi avete riportato il sorriso.

Non scrivo nomi, chi c'era sa! :D

E quindi niente, volevo solo dirvi GRAZIE!


Vi lascio con questa canzoncina, che ho scoperto grazie ad una i voi (♥) e che ormai è diventata la colonna sonora della mia vita! :P


            

11 maggio 2014

Un giorno....

Un giorno tornerò. Diversa.
Un giorno tornerò danzando sulle punte.
Membra morbide. Corpo di panna montata. Vento nel cuore.
Stringimi fino a che sarò sonno.
Stringimi perchè ho paura.

11 gennaio 2014

Avviso per chi naviga in queste acque buie e tempestose!




Caro utente in pena, che navighi su internet come Ulisse alla ricerca dell'amata Itaca, è giusto che tu sappia che io non sono l'Itaca che cerchi.

Se leggendo due righe su queste pagine ti viene voglia di contattarmi, non lo fare! O almeno prima di farlo abbi la decenza di leggere, non dico tutto ma almeno, buona parte del blog giusto per farti un'idea di chi sono. Perchè vedi, io NON SONO UNA PERSONA FACILE, e mi pare di averlo ripetuto a iosa nel corso degli anni, è tutto nero bianco: ho dei problemi a relazionarmi con le persone e con la vita in genere.
Di fondo sono una persona buona e allegra ma anni e anni di solitudine e negazioni mi hanno resa un filino cattiva, diffidente e acida. Chi mi conosce sa che c'è ben altro dietro (forse!),  ma chi non mi conosce vede solo queste tre cose.
Sono un dolce con una punta aspra, una bella melodia con una nota stonata (dovrei darmi alla poesia).
Tra l'altro sono una persona depressa, quindi se lo sei pure tu, senti a me, lasciamo stare a priori che è meglio per tutti e due.

Sono STRANA quindi è inutile che entri nella mia vita, fai in modo che io mi affezioni a te per poi ripetermi ogni santo giorno quanto sono stramboide, ferendomi così poco alla volta.
E' tutto inutile se poi quando ne hai le tasche piene di me e del mio modo di essere, ma soprattutto di non essere, booom decidi che è meglio dileguarsi nel nulla.

Ricordati che non posso essere una guida, perchè io stessa ho bisogno di una guida: saggia e silenziosa, che mi conduca sulla strada giusta senza che io me ne accorga.

Se poi sei un portatore sano di pisello e vuoi rapportarti a me, le cose si complicano ancora di più.
Metti in conto che sarà una faticaccia al cui cospetto l'epopea di Ulisse appare nient'altro che una gitarella fuori porta. Ho trentanni anni e non mi sono MAI rapportata con l'altro sesso perciò quando provo a farlo il mio comportamento oscilla tra quello di una quindicenne in pieno tripudio ormonale e quello di una vegliarda centenaria che non si aspetta piu niente dalla vita.

Se sei un uomo femminella poi, per carità, resta dove sei.
(Dicesi uomo femminella, quell'uomo un pò donnicciola: permaloso, puntiglioso, in perenne crisi pre e post mestruale e il cui comportamento si basa sulla ferrea regola del :" tu hai fatto così? Allora io faccio così, così e pure peggio, pappappero")

Cosa fondamentale con me è la pazienza, porca miseria, la pazienza.... ci vuole la pazienza di Buddha!

E poi mettiamo subito in chiaro una cosa: se mi conosci su internet, se mi conosci tramite quello che scrivo è da stupidi poi venirmi a dire che secondo te sto troppo su internet e chiedermi perchè scrivo certe cose... ma ti pare?

Oooooh insomma, lo capisci o no, che ho bisogno di un raggio di sole, che tanto a fare ombra ci penso io?
E questo non vuole dire che sono alla ricerca di un ebete senza problemi, che ride e scherza senza alcun motivo, ma di una persona che sappia affrontare i problemi con fermezza, saggezza, e soprattutto col sorriso...che sappia infondere speranza e fiducia quando queste mancano. Perchè io mi sento, sempre piu spesso, PERSA e allora, vorrei al mio fianco una persona serena, capace di farmi sentire un pò meno persa e un po' più al centro di qualcosa di bello.

Chiedo troppo?

Sì.


Non sto poi qui a dilungarmi su quanto sia inutile contattarmi se sei in cerca di sesso: semplice, estremo, di gruppo, perverso. Se ti piace accoppiarti con le ciccione. Se ripudi le ciccione in pubblico ma in cuor tuo nutri il desiderio di possederne una in un vicolo buio e sudicio. Se vuoi videochattare, videochiamare, se sei un feticista del grasso....insomma la risposta è sempre e solo la stessa: NO!

Penso di aver detto tutto, oh tu comunque nel dubbio, non mi contattare!



Grazie.