28 giugno 2014


" Forse alcuni corpi non sono fatti per essere toccati. 
Forse il mio corpo non è fatto per essere accarezzato....o morso, baciato e abbracciato.
Forse io e la signora Dewhurst avevamo più cose in comune di quanto credessi.
Forse invecchierò come lei...sola.
Senza mai essere toccata...senza mai sentirmi bene."

25 giugno 2014

Se avete voglia di un bel post
leggetevi quello che il mio caro amico Nicolò mi ha scritto con tanto, tanto ammore (vabbè il " con tanto, tanto ammore" ce l'ho aggiunto io)

Leggete, ridete e riflettete.

4 giugno 2014

Fatti seri

Secondo voi l'autostima è una questione del tutto personale o dipende dagli altri? E se dipende dagli altri, in che misura?
Oddio mi sento tanto Carrie Bradshaw al'inizio di una puntata di Sex and the City.

Per quanto il suo nome possa spingere a pensare che l'autostima sia qualcosa che dipende da noi, io ho sempre pensato che gli altri in questa sporca faccenda giocassero un ruolo importante.
Col senno di poi, in realtà, penso di aver dato troppa importanza al giudizio degli altri ed oggi alla venerada età di 31 anni e con una vita mai vissuta sul groppone credo che sicuramente le cose sarebbero andate meglio se certe persone si fossero comportate diversamente e certi accadimenti si fossero degnati d'accadere o di non accadere (che so, se mio padre ogni tanto si fosse dimostrato apertamente orgoglioso di me, o se un ragazzo mi avesse detto che ero bella)... ma il grosso e fetido tarlo dell'insicurezza sarebbe rimasto comunque. Altrimenti non si spiega di come tante persone che hanno numerosi riscontri positivi dall'esterno siano comunque profondamente insicure.
Persone che hanno successo sul lavoro, vengono rincorse dall'altro sesso, riescono in qualsiasi cosa fanno eppure in cuor loro si sentono delle merdoline.

Certe volte capita anche a me che qualcuno mi faccia un complimento (solitamente su quanto sono simpatica o su quanto mi riescono bene i pupazetti) ma nel mio profondo io non ci credo....cioè non è tanto il non credere alla sincerità della persona è che penso di me esattamente il contrario (sono una persona orribile, potenziale serial killer, e i miei lavori sono pieni di difetti, spesso mostruosi).
Se a qualcuno poi gli scappa di bocca che sono bella gli passo direttamente il bigliettino da visita del mio psichiatra, perchè nella vita è importante, di tanto in tanto, farsi vedere da uno bravo.

La ragione dunque porterebbe a pensare che la qualità della propria autostima sia frutto di più fattori combinati: interni ed esterni.

E allora come me li spiegate voi quei personaggi, psicologicamente sani (più o meno), che pur non avendo particolari doti o grossi riscontri esterni hanno l'autostima altissima, purissima e levissima? Eh?

Bah, io non lo so come me li spiegate, ma sapete cosa vi dico? Vorrei tanto essere una di loro!


Bene il mio post termina qui anche perchè, in tutta onestà, non credo che Carrie Bradshaw avrebbe potuto fare di meglio.